Benvenuto nel sito web ufficiale di

Umberto Guidoni

Astronauta - Scrittore - Divulgatore

04

apr

2017

Una stazione di servizio in prossimità della Luna

La NASA propone di realizzare il Deep Space Gateway come trampolino verso Marte

Negli ultimi anni, la fase di preparazione per lo storico "Viaggio su Marte" prevedeva il re-indirizzamento di un asteroide (Asteroid Redirect Mission o ARM), per portarlo in un’orbita lunare raggiungibile dalla nuova capsula Orion e dagli astronauti. Questo progetto sembra ormai tramontato, visto che ARM non compare nel budget della NASA che Trump ha presentato per il 2018. Anche per questo, l’ente spaziale americano ha avanzato la proposta di realizzare una mini stazione spaziale in prossimità della Luna (Deep Space Gateway) che, in prospettiva, potrebbe diventare il futuro trampolino verso Marte.

16

mar

2016

Un anno con Yuri

Per celebrare i 55 anni del primo volo umano nello spazio

Yuri Gagarin, il primo uomo a sfidare le insidie dello spazio, si unirà idealmente al lancio dell'equipaggio che raggiungerà la Stazione Spaziale Internazionale (SSI) il 18 Marzo prossimo.

 

Con questo volo, saranno 544  le persone che hanno seguito le orme di Gagarin in orbita ed è  interessante che questo equipaggio, composto da Ovchinin, Skripochka e Williams verrà lanciato dalla stessa piattaforma utilizzata dal primo cosmonauta per iniziare la missione Vostok 1, 55 anni fa.

 
Per commemorare questo traguardo della storia dell’esplorazione umana dello spazio, l’agenzia russa Roscosmos ha proclamato il 2016 l'Anno di Yuri Gagarin, un anno che vedrà  una serie di eventi interessanti.
 
Il ritratto blu e bianco di Gagarin con la scritta ПОΕΧΑЛИ! 55 (Vai! In russo) che compare sul razzo Soyuz è proprio il logo per questo anno di celebrazioni nel nome del primo viaggiatore dello spazio.
 
Anche gli astronauti a bordo della stazione spaziale hanno contribuito a dare visibilità all’iniziativa, con un cartello con la scritta in cirillico  Gagarin. Decollo! «… ma il nostro nuovo motto è Alza la testa! Perché ogni volta che lo facciamo possiamo vedere le stelle del firmamento…», ha aggiunto Yuri Malenchenko, che accoglierà il nuovo equipaggio in arrivo sulla SSI. 
 

Lascia un commento