Benvenuto nel sito web ufficiale di

Umberto Guidoni

Astronauta - Scrittore - Divulgatore

03

ago

2019

GJ 357 d : forse un pianeta ospitale per la vita

Una nuova Terra nella costellazione dell'Idra

Nel 2018, la NASA ha lanciato il telescopio spaziale TESS (Transiting Exoplanet Survey Satellite) con un obiettivo specifico: osservare le stelle vicine per trovare pianeti che siano potenzialmente abitabili.

Rappresentazione del telescopio spaziale TESS

31

dic

2018

Il 2019 nello spazio

Alcune anticipazione sulle missioni spaziali del 2019

L'anno prossimo sarà ricco di eventi legati allo spazio.

Già a Capodanno la sonda New Horizons raggiungerà Ultima Thule, il corpo celeste più lontano mai visitato da una sonda terrestre.
 
 
Appena due giorni dopo, l’attenzione si sposterà dall’oggetto più lontano a quello più vicino. La sonda cinese Chang’è 4 dovrebbe “allunare” sulla faccia nascosta della Luna, una manovra mai tentata prima per le ovvie difficoltà di comunicazione.
 
  
 
Nel corso dell’anno prossimo avremo i primi risultati dalla sonda Parker Solar Probe intorno al Sole e di InSight sulla superficie di Marte. 
 
 
Ma probabilmente il 2019 sarà ricordato come l’anno in cui gli astronauti americani torneranno a volare su veicoli “made in USA”. A giugno dovrebbe aver luogo la missione della nuova capsula Dragon, della Space X, con a bordo gli astronauti Doug Hurley e Bob Behnken. 
 
 
Infine, a cinquant’anni dalla storica impresa dell’Apollo 11, l’estate del 2019 sarà l’occasione per celebrare il primo allunaggio e per riflettere sul futuro dell’esplorazione umana dello spazio.   
 
 
Pubblicato sul Blog dell'AGI (Agenzia Giornalistica Italia) nella sezione SPAZIO:
 

Lascia un commento