Benvenuto nel sito web ufficiale di

Umberto Guidoni

Astronauta - Scrittore - Divulgatore

31

mar

2018

Tiangong-1 potrebbe cadere il 1 Aprile

E non è un pesce d’Aprile !!!

Secondo le ultime rilevazioni, la Tiangong-1 potrebbe rientrare nell’atmosfera terrestre il 1 aprile, intorno alle 16:00 (ora italiana), anche se l’incertezza è di circa 16 ore in più o in meno.

Illustrazione della Stazione Spaziale Cinese (Tingong-1)

ARTICOLI

24

gen

2018

Nessun vincitore per il Google Lunar XPRIZE

La corsa dei robot privati verso la Luna subisce una battuta d’arresto

Mentre sembra manifestarsi un rinnovato interesse verso la Luna, come dimostra la recente decisione di Trump di ribaltare le priorità della NASA e di puntare al ritorno degli astronauti sul nostro satellite, colpisce la recente notizia che la competizione lunare di Google si sia conclusa senza vincitori.

12

gen

2018

Nuove scoperte sui ghiacci di Marte

Calotte ghiacciate al polo sud di Marte

Potrebbe essere l’elemento chiave per l’esplorazione umana del pianeta rosso

Che ci siano depositi di ghiaccio su Marte non è certo una novità. Fin dal secolo scorso, grazie alle osservazioni dei primi grandi telescopi moderni, erano note le calotte di acqua e di anidride carbonica ghiacciata presenti ai poli del pianeta.

07

gen

2018

Un saluto a John Young, pioniere dello spazio

Scompare una delle figure mitiche dell'esplorazione umana dello spazio

John Young è morto venerdì scorso, a seguito delle complicazioni dovute ad una polmonite. Aveva 87 anni, di cui quasi la metà passati alla NASA, dove ha avuto una carriera leggendaria che ha attraversato tre generazioni di veicoli spaziali.

16

dic

2017

La NASA presenta il sistema stellare Kepler-90

Il sistema Kepler-90 a confronto con il Sistema Solare

Una versione in miniatura del nostro sistema solare

L’ente spaziale americano ha appena annunciato una nuova scoperta del telescopio spaziale Kepler, il "cacciatore di mondi", la cui missione è appunto quella di scoprire la presenza di pianeti intorno alle stelle più vicine.

28

nov

2017

Il primo visitatore dallo spazio interstellare

Rappresentazione artistica dell'asteroide ‘Oumuamua

Si chiama ‘Oumuamua l'asteroide che ha attraversato il nostro Sistema Solare

Qualche settimana fa è stato segnalato il passaggio di un oggetto proveniente dallo spazio interstellare, quell’enorme oceano di vuoto che separa il nostro sole dagli altri astri. Da allora, ne sappiamo un po’ di più, a cominciare dal nome, ora ufficialmente ‘Oumuamua, che in hawaiano significa «messaggero da lontano che arriva per primo».

11

nov

2017

Prove tecniche per difendersi dagli asteroidi

Immagine artistica del passaggio ravvicinato dell'asteroide 2012 TC4

Un test per imparare a fronteggiare un imminente impatto con un oggetto proveniente dallo spazio

Nello spazio profondo, oltre l’orbita della Luna, ci sono migliaia di oggetti che vengono genericamente classificati come NEO (dalla definizione inglese di Near-Earth Object). Per lo più si tratta di asteroidi rocciosi, le cui dimensioni possono variare da centinaia di metri a diversi chilometri e possono rappresentare un pericolo per la Terra.