Benvenuto nel sito web ufficiale di

Umberto Guidoni

Astronauta - Scrittore - Divulgatore

04

apr

2017

Una stazione di servizio in prossimità della Luna

La NASA propone di realizzare il Deep Space Gateway come trampolino verso Marte

Negli ultimi anni, la fase di preparazione per lo storico "Viaggio su Marte" prevedeva il re-indirizzamento di un asteroide (Asteroid Redirect Mission o ARM), per portarlo in un’orbita lunare raggiungibile dalla nuova capsula Orion e dagli astronauti. Questo progetto sembra ormai tramontato, visto che ARM non compare nel budget della NASA che Trump ha presentato per il 2018. Anche per questo, l’ente spaziale americano ha avanzato la proposta di realizzare una mini stazione spaziale in prossimità della Luna (Deep Space Gateway) che, in prospettiva, potrebbe diventare il futuro trampolino verso Marte.

ARTICOLI

01

set

2016

Proxima b: così vicino, così lontano

Immagine artistica di Proxima b e della sua stella (nana rossa)

Un mondo forse alla portata della specie umana

Gli astronomi dell’ESO (European Southern Observatory), l'Osservatorio Europeo in Cile, hanno scoperto un pianeta intorno a Proxima Centauri, la stella più vicina al nostro Sole. Benché si trovi a poco più di 4 anni luce dalla Terra, il nuovo pianeta “Proxima b” è invisibile anche ai più potenti telescopi ma è stato individuato grazie agli impercettibili spostamenti della propria stella, causati dal suo moto orbitale. Gli scienziati hanno calcolato che è appena più grande della Terra e si trova a soli 7 milioni di km dal suo astro. E’ estremamente vicino, 20 volte più vicino del nostro pianeta dal Sole, ma il fatto che Proxima Centauri sia una nana rossa - cioè una stella decine di volte più piccola e più fredda del nostro astro - fa ritenere che la superficie del pianeta si trovi a temperature in cui l’acqua può essere allo stato liquido. Insomma, almeno in teoria, questo mondo roccioso potrebbe avere condizioni adatte alla vita.

05

lug

2016

Giunone abbraccia Giove

Juno mentre entra in orbita intorno a Giove (computer simulation)

Grande eccitazione al centro di controllo della NASA per l’ingresso in orbita di Juno

Dopo un viaggio di 5 anni, alle ore 5:53 ora italiana (era ancora il 4th of July in America) la sonda Juno è entrata in orbita intorno a Giove, il più grande dei pianeti del sistema solare.

23

giu

2016

Sognavamo la Luna i ragazzi ci andranno

La traccia della maturità del 2016 svolta per la Stampa

Non avrei avuto dubbi su quale argomento scegliere tra quelli proposti quest'anno perché, già negli anni del liceo classico, avevo chiara la mia vocazione scientifica e la grande passione per lo spazio.

21

giu

2016

Incontro ravvicinato tra Giove e Giunone

Immagine artistica della sonda Juno in orbita intorno a Giove

Dopo quasi 5 anni di viaggio, Juno è ormai in prossimità di Giove

La sonda Juno (Giunone) entrerà in orbita intorno al più maestoso dei pianeti del nostro sistema solare il prossimo 4 luglio (data non casuale) per studiarlo molto da vicino con una grande varietà di strumenti. Il veicolo spaziale della NASA sarà in grado di analizzare le zone interne del pianeta, finora poco conosciute, e i fenomeni che generano i possenti eventi meteorologici, come la grande macchia rossa che molti ritengono un gigantesco uragano.

19

mag

2016

Centomila orbite per la Stazione Spaziale Internazionale

Un'altro record per l'avamposto umano nello spazio

Lunedi, 16 maggio, la Stazione Spaziale Internazionale (SSI) ha completato la sua 100millesima orbita intorno alla Terra. Il primo componente della SSI è stato lanciato il 20 novembre 1998 e da allora la base spaziale ha girato incessantemente intorno alla Terra, completando un’orbita ogni 90 minuti, viaggiando all’incredibile velocità di oltre 28 mila chilometri all'ora e a un’altitudine di circa 386 chilometri.

24

apr

2016

15 anni fa la mia Odissea nello spazio

La Stazione Spaziale vista dallo shuttle Endeavour (2001)

Intervista a FOCUS, a quindici anni dall’ingresso a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

Esattamente 15 anni fa, il 22 aprile 2001, Umberto Guidoni, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea, entrava nella ISS (Stazione Spaziale Internazionale). Era partito il 19 aprile a bordo dello Space Shuttle Endeavour insieme ad altri sei astronauti per la missione STS-100.
Guidoni ci ha raccontato quel momento, certamente importante per la vita di un astronauta, ma altrettanto fondamentale per la storia dell'esplorazione spaziale italiana ed europea.

di Gianluca Ranzini